PRELIMINARE DI VENDITA - PAGAMENTO ALL'ESITO DEL DEFINITIVO - EFFETTI - Cass. civ. Sez. II Sent., 05-06-2018, n. 14372

Se le parti di un preliminare di vendita immobiliare hanno convenuto che il pagamento del prezzo debba essere effettuato alla stipulazione del definitivo, il requisito dell'offerta di cui all'art. 2932, comma 2, c.c. è da ritenersi soddisfatto con la proposizione della domanda di esecuzione specifica dell'obbligo di contrarre, perché in essa necessariamente implicito; in tale ipotesi, deve senz'altro essere emessa la sentenza produttrice degli effetti del contratto non concluso ed il pagamento del prezzo va imposto come condizione per il...

COMPRAVENDITA IMMOBILIARE - GARANZIA DEL VENDITORE SUSSISTENZA PESI ED ONERI SUL BENE - INDAGINI DEL COMPRATORE - Cass. civ. Sez. II Sent., 04-06-2018, n. 14289

L'espressa dichiarazione del venditore che il bene compravenduto è libero da oneri o diritti reali o personali di godimento esonera l'acquirente dal compiere qualsiasi indagine, operando a suo favore il principio dell'affidamento nell'altrui dichiarazione, con l'effetto che, se la dichiarazione è contraria al vero, il venditore è responsabile nei confronti della controparte tanto se i pesi sul bene erano dalla stessa facilmente conoscibili, quanto, a maggior ragione, se essi non erano apparenti, restando irrilevante la trascrizione del vincolo, che...

PROPRIETA' E CONFINI - VENDITA - Cass. civ. Sez. II Ordinanza, 24-01-2018, n. 1750

La compravendita di un terreno su cui insistano delle costruzioni comporta il trasferimento anche dei relativi immobili, ancorché non espressamente menzionati nell'atto, salvo che il venditore, contestualmente alla cessione, riservi a sé stesso o ad altri la proprietà del fabbricato costituendo formalmente sul terreno alienato un diritto di proprietaria superficiaria ai sensi dell'art. 952 c.c. La S.C., senza innovare sul piano del principio applicato, l'accessione di cui all'art. 934 c.c. fa sì che il...

EDILIZIA POPOLARE - VENDITA - Cass. civ. Sez. II Ordinanza, 08-01-2018, n. 196

n tema di alloggi di edilizia economica e popolare, la nullità della cessione di un alloggio da parte dell'assegnatario con patto di riscatto, se stipulata in violazione dell'art. 26 del D.P.R. 9 aprile 1956 n. 1265, non toglie che l'assegnatario medesimo possa validamente stipulare un preliminare di vendita, che pur se effettuato in pendenza del termine di assegnazione, anche eventualmente accompagnato dall'anticipata attribuzione del possesso dell'immobile, richiede ulteriore manifestazione della volontà negoziale dopo...